news

Enel green power e finpiemonte partecipazioni firmano un accordo per lo sviluppo del fotovoltaico - 16/10/2009

Una nuova società congiunta tra le due società svilupperà, sin da subito, un impianto fotovoltaico da oltre 3 MW a Strambino e, nel prossimo futuro, altri impianti da fonti rinnovabili.
L’accordo fa seguito al protocollo d’intesa del luglio 2008 tra Enel e la Regione Piemonte per la realizzazione di iniziative congiunte mirate allo sviluppo di fonti idroelettriche, eoliche e fotovoltaiche.

Torino, 27 gennaio 2010 - Un accordo finalizzato alla creazione di una joint venture per lo sviluppo delle fonti rinnovabili in Piemonte è stato firmato oggi dal Presidente di Enel Green Power, Francesco Starace, e dal Presidente di Finpiemonte Partecipazioni, Fabio Massimo Cacciatori, alla presenza del Presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso, e dell'assessore all'energia, ricerca ed industria, Andrea Bairati.

L’intesa odierna - che dà attuazione al Protocollo siglato a luglio 2008 tra l’amministratore delegato e direttore generale di Enel, Fulvio Conti, e il Presidente Bresso per la realizzazione di iniziative congiunte per lo sviluppo di fonti rinnovabili - prevede, in particolare, la realizzazione e gestione di un impianto fotovoltaico di oltre 3 MW a Strambino, in provincia di Torino, e, in futuro prossimo, di altri impianti sia fotovoltaici, sia idroelettrici ed eolici, anche su superfici di proprietà di società controllate da Finpiemonte Partecipazioni.

La nuova società sarà partecipata al 60% da Enel Green Power - la società del Gruppo Enel dedicata allo sviluppo e gestione delle fonti rinnovabili in Italia e nel mondo - e al 40% da Finpiemonte Partecipazioni- società controllata dalla Regione Piemonte, attiva nel settore delle energie rinnovabili e della riduzione delle emissioni in atmosfera - che dispone di spazi per oltre 600 mila metri quadri sui quali è possibile sviluppare ulteriori iniziative congiunte per la realizzazione di impianti fotovoltaici.ù

L’impianto di Strambino entrerà in esercizio entro la fine del 2010 e sarà realizzato con pannelli fotovoltaici in silicio policristallino. Con una capacità installata di oltre 3 MW, sarà in grado di produrre circa 4 milioni di chilowattora all’anno, sufficienti a soddisfare i consumi di quasi 1.500 famiglie e di evitare l’emissione in atmosfera di 3 mila tonnellate di CO2.
Enel Green Power è la società del Gruppo Enel dedicata allo sviluppo e alla gestione delle attività di generazione di energia da fonti rinnovabili a livello internazionale, presente in Europa e nel continente americano. E' leader europeo di settore grazie a 17,2 miliardi di chilowattora prodotti da acqua, sole, vento e calore della terra, in grado di soddisfare i consumi di circa 6,5 milioni di famiglie ed evitare ogni anno 13 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica. Con una capacità installata di circa 4.700 MW è la prima realtà italiana con un business integrato a livello internazionale nel settore delle fonti rinnovabili di energia. Gli impianti in esercizio sono oltre 500 in tutto il mondo e il mix di generazione include eolico, solare, idro, geotermico e biomasse.

Finpiemonte Partecipazioni è una società a capitale misto pubblico-privato, a prevalente partecipazione regionale, che opera nei settori della logistica, delle energie rinnovabili e dello sviluppo del territorio piemontese; in particolare, l'attività di Finpiemonte Partecipazioni nel settore delle energie rinnovabili, si concentra sulla riduzione delle emissioni in atmosfera, attraverso lo sviluppo di fotovoltaico, cogenerazione da biogas e teleriscaldamento.


Approvato l'acquisto dello stabilimento Pininfarina di Grugliasco - 16/10/2009

Si è concluso positivamente l’accordo che ha visto coinvolti Finpiemonte Partecipazioni S.p.A, holding della Regione, il Gruppo Rossignolo e il Gruppo Pininfarina per l’acquisizione da parte di Finpiemonte Partecipazioni dello stabilimento di Grugliasco e il suo affitto a Rossignolo per la realizzazione di un nuovo progetto produttivo.

L’operazione è stata positivamente valutata dal Consiglio d’Amministrazione considerando l’aspetto sociale, il progetto industriale sottostante e l’intrinseca ricaduta economica dell’iniziativa.

La presidente Mercedes Bresso e l’assessore regionale all’Industria, Andrea Bairati, hanno commentato con soddisfazione la chiusura di un’operazione che ha visto negli ultimi mesi la Regione agire attivamente, come in molte altre situazioni: “In questa difficile fase economica, il distretto dell’auto si arricchisce di un nuovo e autorevole interlocutore che ha presentato un solido piano industriale e che consentirà la presa in carico di oltre 900 lavoratori occupati nello stabilimento di Grugliasco. Per noi si tratta quindi di un fatto positivo, sia sul piano occupazionale, sia per il valore industriale a tutela di un marchio piemontese del made in Italy riconosciuto a livello mondiale”.

“Dall’inizio della crisi - aggiunge Bresso - la Regione ha cercato di aiutare ‘l’esistente’, ovvero il sistema produttivo nelle sue varie sfaccettature e tipologie, a riorganizzarsi per ridisegnare un percorso coerente con il futuro del settore, in questo caso l’automotive. Con questo accordo diamo una risposta concreta a quel disegno. Rossignolo ha un progetto che riguarda l’auto elettrica che potrà avere un ritorno importante in termini sia economici che ambientali”.

“Ma non è tutto - continua Bairati - Con Pininfarina stiamo lavorando ad un’intesa per la produzione di mini flotte di autobus elettrici, un progetto che dovrebbe consentire la trasformazione di vecchi euro 0 in euro 5”.

Il presidente di Finpiemonte Partecipazioni, Fabio Massimo Cacciatori, precisa che “terminato il portage di affitto dello stabilimento di Grugliasco, Finpiemonte Partecipazioni cercherà, direttamente o attraverso le proprie società controllate, di portare avanti un progetto di riqualificazione dell’intera area industriale, analogamente a quanto già avvenuto con successo in altre realtà del nostro territorio”.


Approvato il bilancio al 31/12/2008 - 19/05/2009


Nominato il nuovo Presidente della SocietÓ - 19/05/2009

Il dott. Fabio Massimo Cacciatori è il nuovo Presidente del Consiglio di Amministrazione.
Martedì 19 maggio 2009 l'Assemblea degli Azionisti ha nominato il nuovo Presidente del Consiglio di Amministrazione: Fabio Massimo Cacciatori.


Cedute le quote possedute nella societÓ Energia e Territorio S.p.A. - 30/03/2009

Cedute al socio di maggioranza Provincia di Allessandria, le quote pari al 16,67% del capitale, detenute da Finpiemonte Partecipazioni.
Il 30 marzo 2009 sono state cedute al socio di maggiornaza Provincia di Alessandria le quote possedute, pari al 16,67 % del capitale, nella società Energia e Territorio SpA. La cessione, che rientra nel piano di razionalizzazione del portafoglio partecipazioni approvato dall'assemblea soci del 21 luglio 2008, determinando una compagine sociale interamente pubblica, consentirà alla società di continuare a svolgere il proprio ruolo di ente strumentale della Provincia di Alessandria, nell’ambito dei settori dell’energia, dell’ambiente e più in generale dello sviluppo locale.


Concluso il progetto di fusione delle societÓ Sinatec S.p.A e Soprin S.p.A. - 21/04/2009

Le due società sono state incorporate nella Sviluppo Investimenti e Territorio S.r.l. 
Con la firma dell'atto di fusione del 21/04/2009, si conclude il procedimento avviato per la fusione delle due società controllate Sinatec S.p.A. e Soprin S.p.A.
Il progetto, coerentemente con l'obiettivo di razionalizzazione del portafoglio partecipazioni detenuto dalla Finpiemonte Partecipazioni, ha previsto l'incorporazione delle due società nella Sviluppo Investimenti Terriorio Srl, società di nuova costituzione che opererà nel recupero delle aree industriali dismesse, nella realizzazione di nuove aree attrezzate - con particolare attenzione alla bio-edilizia, all’architettura sostenibile e alla produzione di tecnologie ambientali efficienti – e nella bonifica di siti inquinati.